20180117_170759

Annunci

*

dentro la nascita, la seconda

serra tra me e te l’altro vagito

figlio inessente

 

esercita la forma l’atto, struttura

quanto capaci siano le mani

di amare, se Amore è veicolo

alla Parola di incarnarsi

tu sarai oltre il crine del volto

oltre la voce e il sapore dei baci,

oltre lo sfinimento dei tuoi occhi

amati, oltre la spiaggia

che è stata nostra, lontano,

cercarti oltre la debolezza e le preghiere

oltre il conforto e il coraggio

oltre le parole che scrivo, oltre

i baci dati e mai più avuti

oltre i nostri figli nella loro verità

oltre fin dentro l’armonia delle nostre mani, fin dentro al buio,

fino alla scheggia di luce di Céline,

lì dove non ci siamo più io e te, dove la luce è e non è luce,

dove il nostro amore diventa la lamina sottile di una vita

che ci compenetra, dove non ci sono più parole dette o non dette

 

lì io ti cerco e per sempre ti trovo, emanazioni di luce nella sostanza che noi siamo

stessa sostanza, stesso cuore, ombre nella grotta, e grotta noi stessi

“Figura” – Zoldo

Dinamica dell’abbandono
“Figura”
Lago Coldai – Monte Civetta – Zoldo

 

IMG_0410 IMG_0403 IMG_0406 IMG_0411

“Figura” – Lecce

Dinamica dell’abbandono
“Figura”
Ex Conservatorio di Sant’Anna. Lecce.
Con Ilaria Seclì

 

14080920_10210269948013611_522261328_n 14080970_10210269947453597_916207701_n 14031111_10210269946173565_650288971_n IMG_0020 copia

Figura

IMG_0027 IMG_0025 IMG_0022 IMG_0021 IMG_0020 IMG_0019