da “La strada della cenere”

il tracciato avvampa,
si fa fuoco, orco, oro.
Arriveranno con ciotole di sete
in albe di sera, nell’età della resa.
Un fiume di scaglie, sciamani e croci
berremo un seme scoperto, liquido
che scortica il trapasso da manto
a fiera, il lupo della lingua arroventato
marchierà i nomi
li farà steli,
versi di avventi

Comments are closed.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: