SEDIAAvibra restando cielo l’erba
bestia sfatta, in ginocchio, il morso d’ape
è resina secreta dalle labbra
di un dio in vendetta e ogni sole rivale
arretra: ti aspetto.

(da Grotte, P.F.)

Comments are closed.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: