a Monica

semini cruda i tuoi occhi traditi
pieni di terra – ricordi? – dissotterrati
dalle mie mani, una vita più cruda
non ci resiste ora che nutriamo
un’aquila bionda un lago perfetto,
ti do le mani strette a pugni
per la rabbia intera che si versa
nella nostra unica pelle, nel dare
scavato all’ombra di un sole più fitto

Comments are closed.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: