“l’uomo avanza fuoriesce e rientra tronco senza più arti, senza arti definiti che perimetrino il suo interno con il suo esterno; eppure avanza, frantumato lo specchio si e ci riflette formando l’etimologia inconsumata di ciò che nel segno chiamiamo nostra vita”

tratto inedito da dormi come visibile, progetto in corso – realizzato – a breve visibile – a 6 mani con v.s. e m.m.

Comments are closed.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: