“Non si tratta di tecnica, capacità, miglioramento, queste sono tensioni inservibili per un poeta che ha già la parola. E’ un passo ulteriore verso una composizione dell’uomo o della donna, che è cosa taumaturgica, omoritmica, anche se frantuma e trapassa  a sangue la tua esistenza e quella degli altri. E’ la torsione di tutti quelli veramente bravi dopo, quando accade che non serve più la parola giustificativa e pedissequa che dia  prova. Non serve prova.” (V.S.)

2 risposte a “

  1. wideword luglio 6, 2011 alle 6:20 pm

    cerco di fare la notificazione dei post ma mica me lo fa…vabbè

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: